Non è necessario essere delle modelle per decidere
che si vogliono avere delle belle foto di se o della propria famiglia
 
Può essere, e di solito se si ha il piacere di farle lo è, una esperienza molto piacevole..ve lo dice una che doveva farlo per lavoro e pensava fosse una cosa facile..invece poi…ti ritrovi con un binocolo puntato in faccia e il disagio bussa alla porta…
Ma… basta che…basta che immagini..
Devi immaginare che ci sia qualcuno, possibilmente qualcuno per cui provi ammirazione, o anche un gruppo indefinito di persone con cui ti va di comunicare proprio li dentro l’obbiettivo e il gioco è fatto.
Ovviamente sta anche al fotografo farti sentire a tuo agio.

Può farlo in vari modi ma ovviamente la cosa fondamentale è che sia a suo agio lui innanzitutto e le cose poi bene o male fluiranno…

Le foto dovranno parlare di te. Quindi niente vestiti che non metti mai.. Eleganti quanto vuoi ma con cui ti senti completamente a tuo agio capisci?

Porta almeno tre cambi con te.  Il più possibile diversi tra loro.

Se non c’è un truccatore truccati in modo abbastanza naturale, farai sempre in tempo in un secondo momento ad aggiungere del trucco magari per una seconda serie di foto dopo il primo cambio d’abito.

E sopratutto rilassati, divertiti, gioca!!! Metti la tua musica preferita sull’hi pod , o racconta un episodio particolarmente piacevole della tua vita, canta , balla, insomma fai qualcosa che ti allieti che ti piaccia.

Personalmente preferisco le foto all’aperto che non in studio, molto meno artificiose se pur a volte mano ricercate..inoltre la persona che le riceve di solito ha più spunti nell’ambiente con i quali può interagire e si sente oltretutto meno soffocata che in uno spazio chiuso. Anche se le foto in studio permettono una cura e ricercatezza maggiore della luce. 

Spero che questi piccoli consigli possano esserti utili per la riuscita del tuo foto book!!!
Book fotografico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.